PIANTE MICORRIZATE DI PINO SILVESTRE CON PINAROLO

(Codice: 109-0000021)

Segnala a un amico
Aggiungi ai preferiti
25,00 EUR
(Venduto per 30)
Aggiungere al carrello
PIANTE MICORRIZATE DI PINO SILVESTRE CON PINAROLOPINO SILVESTRE - Pinus sylvestris / PINAROLO Suillus luteus

DESCRIZIONE:

La pianta micorrizata di pino silvestre con il micelio del pinarolo predilige un’ottima esposizione al sole e può fungere da frangivento come altre specie simili. Tollera bene tutti i tipi di terreno purché siano a pH acido. Non ha grosse esigenze idriche ed è molto resistente al freddo. Le piante micorrizate sono tutte certificate da MICOLOGICA® e rappresentano il risultato di ricerche scientifiche condotte sia in laboratorio che in campo. La produzione dei corpi fruttiferi fungini è dipendente da molteplici fattori, pertanto il risultato può differire ampiamente da sito a sito.


CARATTERISITCHE:

Crescita:
Albero sempreverde a rapido accrescimento, diffuso in tutte le zone temperate settentrionali dove forma boschi misti con castagno, betulla, farnia e pioppo. Vive ad altitudini comprese tra 500 ed i 1400 metri. La corteccia è bruna-rossastra e si stacca a placche mentre i rami più giovani sono di colore rosso-marrone.Le foglie sono raggruppate in mazzetti di due aghi, lunghe circa 3-5 cm, di colore verdastro, ritorte e con guaina brunastra alla base. La sua altezza può raggiungere anche i 40 metri, ha fusto diritto e slanciato ed una chioma grande espansa.

Pigna:
Di forma pressoché conica, da verdastri nel giovane a bruno-grigiastro a maturazione, generalmente incurvati e peduncolati, lunghi da 3 a 8 cm e larghi 2-3 cm. I semi sono lucidi su una faccia e opachi nell'altra, di colore scuro, fino a quasi neri.

Suolo e irrigazione:
Si adatta bene sia a terreni calcarei che argillosi.

Malattie:
Tra i principali parassiti di queste piante ritroviamo la Processionaria del pino (Thaumetopoea pityocampa), le cocciniglie o imenotteri come i sinfiti, ma vi sono anche diverse malattie provocate da infezioni fungine.

Funghi:
Il pinarolo (Suillus luteus) è un fungo edule che cresce nei boschi di conifere. Predilige luoghi erbosi, aperti, luminosi e con suolo molto acido. Il cappello è carnoso e rivestito da una cuticola, il gambo è cilindrico e leggermente allargato alla base ed è presente anche un anello di colore biancastro.